paella di carne e verdure

un piatto etnico di tutto gusto

ricette Paella di Carne e Verdure
Paella di Carne e Verdure
Tempo di preparazione: 2 ore
Piatti Etnici
Cucina Spagnola
Ricetta per 4 persone


Alessandra Barbone | 

Quando si parla di paella si pensa subito alla Spagna anche se le origini della paella sono da cercare nella zona di Valencia. Il nome deriva dalla parola latina “patella” che vuol dire padella, infatti la paella si cucina in una padella di ferro a bordo basso e con due manici, le origini di questo piatto sono antiche e di origine popolare. Una vera ricetta non esiste, poiché il popolo usava ciò che aveva a disposizione, la base è il riso arricchito con tutto quello che abbiamo in cucina e condito con spezie.

Vediamone gli ingredienti:
  • - 400 g di riso Arroz Bomba o vialone nano
  • - 200 g di petto di pollo a dadini
  • - 200 g di carne di maiale a dadini
  • - 3 spicchi di aglio
  • - olio evo q.b.
  • - 1 ciuffo di prezzemolo
  • - peperoncino q.b.
  • - 1 cucchiaio di curcuma
  • - 1 cucchiaio di paprica dolce
  • - ½ bicchiere di vino bianco
  • - 1 bustina di zafferano in fili
  • - ½ peperone rosso
  • - ½ peperone giallo
  • - 1 manciata di fagiolini
  • - 2 carciofi
  • - 950 g di acqua tiepida
  • - sale q.b.
ricette Paella di Carne e Verdure ricette Paella di Carne e Verdure
Mettere a rosolare gli spicchi di aglio sbucciati in una padella con 3 cucchiai di olio e quando l’aglio è dorato versare tutto in un mortaio e ridurre in poltiglia, aggiungere anche il prezzemolo lavato e asciugato e continuare a pestare. Aggiungere anche la curcuma, il peperoncino, la paprica e lo zafferano precedentemente tenuto in acqua tiepida per almeno 30 minuti e continuare a pestare, aggiungere anche il vino, mescolare e lasciare macerare. Intanto pulire, tagliare a spicchi e sbollentare i carciofi, spuntare, tagliare a pezzetti tutti i fagiolini tranne 3 o 4 lasciati interi per decorare e sbollentarli tutti. Tagliare a dadini i peperoni lasciando dei filetti interi per decorare, il pollo e la carne di maiale. Prendere la paellera, cioè la padella di ferro per cuocere la paella, in mancanza va bene una qualunque padella purchè non sia antiaderente, versare l’olio fino a coprire tutto il fondo, far riscaldare e aggiungere i peperoni a dadini e la carne, far rosolare bene, aggiungere i fagiolini tagliati a tocchetti e il contenuto del mortaio, cioè aglio, prezzemolo e spezie macerate col vino. Mescolare bene, aggiungere anche i carciofi tenendo da parte qualche spicchio per decorare, a questo punto aggiungere il riso, mescolare bene per farlo insaporire, versare l’acqua, regolare di sale, mescolare ancora e lasciar cuocere a fiamma bassa per 25 minuti. Intanto rosolare in una padella i filetti interi di peperone in poco olio e controllare la cottura prima di togliere dal fuoco. La paella è cotta ed è venuta bene quando risulta leggermente attaccata sul fondo della padella. Decorare la paella usando i filetti di peperone, gli spicchi di carciofo e i fagiolini interi e servire portando a tavola la paellera da cui ogni commensale si servirà usando un cucchiaio.